Ore 11.30 di Sabato 17 Luglio, in cortile a palazzo Moroni a Padova la chiusura della campagna per il comitato provinciale di Padova.

Di seguito il comunicato stampa:

L’acqua non si vende!

L’acqua è vita e non merce!

Circa 18.000 cittadine e cittadini della provincia di Padova

e oltre 100.000 veneti  FIRMANDO LA RICHIESTA DEI TRE REFERENDUM

hanno FATTO SENTIRE CON voce forte e chiara la loro volontà

Le nostre firme si aggiungeranno al fiume di uomini e donne che in tutta Italia hanno voluto dire chiaramente che l’acqua è un bene comune e che spetta a tutti i cittadini pronunciarsi, attraverso i referendum, su questo tema

La straordinaria forza SVILUPPATA DALLA partecipazione corale di Associazioni, singolE/I, ORGANIZZAZIONI POLITICHE E SINDACALI, giovani e anziani, attivando in tutta la provincia iniziative a difesa di quel bene comune che è l’acqua, deve trovare ascolto.

I processi di privatizzazione, già presenti nella gestione della nostra acqua, devono fermarsi!

CHIEDIAMO UNA MORATORIA, SULLE DECISIONI DI ULTERIORI PASSI SULLA STRADA DELLA PRIVATIZZAZIONE CHE RISCHIANO DI ESSERE IRREVERSIBILI, COME QUELLI RAPPRESENTATI  DALLA FUSIONE TRA ACEGAS APS E LINEA GROUP.

La stessa richiesta di moratoria , relativa a tutte le aziende idriche, sarà fatta LUNEDì 19 LUGLIO, su scala nazionale, ALL’ATTO DI CONSEGNA DELLE FIRME RACCOLTE.

COMITATO PROVINCIALE ACQUABENECOMUNE – PADOVA

L’ACQUA NON SI VENDE!

L’ACQUA È VITA E NON MERCE!

CIRCA 18.000 CITTADINE E CITTADINI DELLA PROVINCIA DI PADOVA

E OLTRE 100.000 VENETI  FIRMANDO LA RICHIESTA DEI TRE REFERENDUM

HANNO FATTO SENTIRE CON VOCE FORTE E CHIARA LA LORO VOLONTÀ

LE NOSTRE FIRME SI AGGIUNGERANNO AL FIUME DI UOMINI E DONNE CHE IN TUTTA ITALIA HANNO VOLUTO DIRE CHIARAMENTE CHE L’ACQUA È UN BENE COMUNE E CHE SPETTA A TUTTI I CITTADINI PRONUNCIARSI, ATTRAVERSO I REFERENDUM, SU QUESTO TEMA

LA STRAORDINARIA FORZA SVILUPPATA DALLA PARTECIPAZIONE CORALE DI ASSOCIAZIONI, SINGOLE/I, ORGANIZZAZIONI POLITICHE E SINDACALI, GIOVANI E ANZIANI, ATTIVANDO IN TUTTA LA PROVINCIA INIZIATIVE A DIFESA DI QUEL BENE COMUNE CHE È L’ACQUA, DEVE TROVARE ASCOLTO.

I PROCESSI DI PRIVATIZZAZIONE, GIÀ PRESENTI NELLA GESTIONE DELLA NOSTRA ACQUA, DEVONO FERMARSI!

CHIEDIAMO UNA MORATORIA, SULLE DECISIONI DI ULTERIORI PASSI SULLA STRADA DELLA PRIVATIZZAZIONE CHE RISCHIANO DI ESSERE IRREVERSIBILI, COME QUELLI RAPPRESENTATI  DALLA FUSIONE TRA ACEGAS APS E LINEA GROUP.

LA STESSA RICHIESTA DI MORATORIA , RELATIVA A TUTTE LE AZIENDE IDRICHE, SARÀ FATTA LUNEDÌ 19 LUGLIO, SU SCALA NAZIONALE, ALL’ATTO DI CONSEGNA DELLE FIRME RACCOLTE.

COMITATO PROVINCIALE ACQUABENECOMUNE – PADOVA

Recommended Posts