La privatizzazione dei servizi pubblici locali e dell’acqua

Invito all’importante incontro che si terrà mercoledì 30 Giugno alla mattina a Palazzo Moroni

invito convegno 30 giugno 2010

La Riforma dei servizi pubblici locali:
– Il Dl. n. 135/09 e le modifiche introdotte
– Il nuovo ruolo dell’Antitrust
– L’assoggettamento delle società partecipate al Patto di stabilità?

– Il periodo transitorio e le prospettive future

– Le problematiche connesse ad eventuali decisionidi scioglimento, o aggregazione
– Le problematiche connesse al personale trasferitoalle società partecipate:

– le nuove regole di governance
– gli adempimenti obbligatori per gli Enti Locali soci

Introduce Aldo Marturano Segretario generale FP CGIL Padova
Ne discutono
Massimo Cenciotti FP CGIL nazionale
Cesare Pillon Amministratore delegato Acegas APS
Giuliana Beltrame Comitato Referendum Acqua Pubblica
Flavio Zanonato Sindaco di Padova
Roberto Dipiazza Sindaco di Trieste
Conclude
Fabrizio Solari Segretario CGIL nazionale
Coordina
Andrea Castagna Segretario generale CGIL Padova

SECONDA ERRATA CORRIGE!!! Certifcazioni in Padova entro lunedi’ 5

DATA ULTIMA DEFINITIVA CONSEGNA MODULI IN PROVINCIA DI PADOVA:
LUNEDI’ 5 LUGLIO c/o CGIL PADOVA in Via LONGHIN.

Siamo ormai alla fase conclusiva, ma non meno importante e faticosa, della campagna, ovvero la certificazione.

La data di consegna dei moduli alla Cassazione da parte del comitato promotore sarà il 19 luglio a Roma. A cascata, per tutti i comitati territoriali sono previste due spedizioni conclusive, ma i responsabili provinciali di Padova hanno bisogno che siano restituiti i moduli completi di certificazione entro e non oltre il 5 luglio . E’ importante prendersi per tempo, e fare meglio di quanto abbiamo fatto fin’ora, poiché alla spedizione del 26 abbiamo mandato meno del 20% delle firme raccolte certificate, pari a 109 moduli e 3940 firme (contro il 30% previsto).

E’ importante non sprecare il lavoro fatto nell’autentica delle firme, e affrettarsi alla certificazione e consegna al responsabile provinciale, che per PADOVA è cambiato ed è

Silvano Cogo tel 3482326483 email primomaggio45@libero.it

Punto di raccolta moduli: presso la CGIL in via Longin, a Padova, in orario d’ufficio. Per qualunque problema chiamate al cellulare indicato.

I moduli possono essere anche riconsegnati domani sera martedì 29 dalle h 21.00 presso la sede di altragricoltura a Padova in c.so Australia (ex foro boario)

Bisogna consegnare i moduli a Silvano PRIMA delle date di spedizione perché a nostra volta abbiamo l’onere di verificare i moduli, ordinarli, eventualmente tentare di correggere errori o completare informazioni mancanti.

In ogni caso non esitate a contattarci a acquabenecomune.pd@libero.it

Grande Sindaco di Pizzighettone

Diamo risalto, con un po’ di inquietudine, a questa notizia, riportata da apposito comunicato stampa del comitato Acqua di Cremona:

Campagna referendaria  “L’acqua non si vende”

Comitato promotore provinciale cremonese

Comunicato Stampa

Venerdì sera 18 Giugno a Pizzighettone è in programma lo spettacolo H2Oro della compagnia itineraria nell’ambito della rassegna la valle dell’Adda. Lo spettacolo, come si può facilmente immaginare, parla di acqua, dell’importanza di questo preziosissimo liquido che serve alla vita, e narra di storie legate ai profittatori di ogni ordine e grado, natura e specie che gravitano per fare profitti facili attorno alla gestione di quella potabile ed allo sfruttamento delle acque minerali.

La rassegna della valle dell’Adda, e quindi anche lo spettacolo in questione, è patrocinata sia dalla regione che dalla provincia; inoltre all’inizio della campagna referendaria la compagnia Itineraria ha fatto sapere a tutti i comitati promotori provinciali che avrebbe gradito la presenza di un banchetto per la raccolta delle firme per i tre referendum promossi dal forum nazionale dei movimenti per l’acqua. Fin qui tutto bene.

Disgraziatamente il sindaco di Pizzighettone Luigi Bernocchi (PD per chi non lo sapesse) ha per l’ennesima volta preso lucciole per lanterne e, nonostante più persone abbiano cercato di convincerlo del contrario, ha negato l’autorizzazione scambiando la richiesta di permesso per il banchetto per una richiesta di “partito” (e quindi di parte e come tale da rigettare in occasione di eventi istituzionali), e non di un comitato trasversale che annovera tra i suoi aderenti associazioni, sindacati, movimenti, comitati autogestiti di cittadini di ogni estrazione politica e nemmeno un partito, i quali sono semmai “relegati” nel comitato di sostegno per una precisa scelta dei promotori del referendum.

Come spiegazione ha addotto al fatto di non voler alimentare polemiche da parte dell’opposizione pizzighettonese, che pare abbia già manifestato, in maniera tra l’altro piuttosto strumentale, la sua contrarietà in altre occasioni simili.

Spiegazione alquanto risibile; non si riesce a capire infatti cosa abbia di tanto speciale Pizzighettone perchè il suo primo cittadino non possa comportarsi come tutti, e sottolineiamo tutti, i sindaci italiani di centro destra e centro sinistra che, nella fattispecie, hanno agito diversamente.

Infatti Luigi Bernocchi è fino ad ora l’unico sindaco in Italia che ha negato il permesso per la raccolta firme durante gli spettacoli di Itineraria.

Pertanto, a beneficio anche dei cittadini pizzighettonesi, volevamo sottolineare che questo triste primato spetta al loro ridente borgo per la “lodevole” iniziativa del proprio primo cittadino.

Complimenti vivissimi.

20 Giugno, Padova

Giornata Ecologica in piazza Napoli

PROGRAMMA DELLA GIORNATA

9.00  Discipline energetiche: lezioni gratuite di yoga e tai chi nel
parco con Syn
Apertura stand informativi in piazza Napoli

9.30  Saluto delle autorità (Zan, Consiglio di quartiere, Arci e
Comitato Acqua).
Apertura mostra sullo Sportello Energia e Raccolta firme per il
Referendum sull?acqua pubblica (se ci conferemerete la Vostra presenza)

10-13 Laboratorio per i bambini: “Costruiamo giochi a energia pulita:
girandole, eliche e trottole”
Giochi e animazione per i più piccoli: Le ricicliadi

10.30 Conferenza: presentazione del libro “Energia e futuro” di Mirco Rossi

11.00 Visita guidata delle ex-scuderie
Spettacolo ?Alternative artificiali? reading tratto da un testo
di Achille Campanile

11.30 Conferenza “Energie alternative nel sud del mondo: progetti di
sviluppo a impatto 0”

12.00  musica, danza e animazione con il circolo Festa Continua

12,30 Bio-aperitivo con il circolo La luna nuova

Tutto il giorno:
Proiezione dei cortometraggi vincitori del concorso ARPAV Movie-up
-Giriamo in verde
Proiezione del video “Agricoltura industriale o biologica? Una scelta
consapevole” di Biorekk
Proiezione del video del comitato Acqua Pubblica

Attenti Sindaci: l’excusatio del Ministro Ronchi rende l’accusatio manifesta!

COMUNICATO STAMPA

Il Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua scrive agli 8mila sindaci italiani

Non credete al ministro Ronchi, le sue verità diventeranno presto debiti”

Mentre centinaia di migliaia di italiani stanno firmando per i 3 referendum per la ripubblicizzazione dell’acqua, il ministro per le Politiche Comunitarie, Andrea Ronchi dà il via a una “operazione verità” intitolata “Acqua le ragioni dell’intervento”: una sorta di decalogo di “veri” e “falso” sulla cosiddetta “riforma dei servizi pubblici locali” che il Ministro si pregia di aver avviato e che sarebbe mistificata da noi referendari, dai movimenti dell’acqua bene comune e da tutti i difensori del servizio pubblico.

In realtà non c’è nessuna riforma, ma un articolo di legge all’interno di un decreto “salva infrazioni europee” (Decreto Legge 135/09) che tra lampadine a basso consumo, difesa del Made in Italy e rinnovo delle convenzioni con Tirrenia ha pensato bene di obbligare l’apertura ai privati dei servizi pubblici locali. Una privatizzazione.

Il ministro sostiene che l’acqua rimarrà pubblica, che le tariffe non aumenteranno, che ci saranno più investimenti, più concorrenza, più efficienza e che tutto questo lo vuole l’Europa. Il Forum  Italiano dei Movimenti per l’Acqua risponde alle “verità ministeriali” confutandole punto per punto e mette in guardia tutti i Comuni italiani dal farsi scippare per decreto competenze e servizi in cambio di promesse di investimenti ed efficienza che non si sono mai visti (chiedere ad Arezzo, Latina, Agrigento per referenze…).

Piuttosto a chi ha già seguito la strada di Ronchi, vecchia di vent’anni e fallita un po’ ovunque, son rimasti dei bei debiti da coprire e le proteste dei cittadini che si ritrovano un servizio più caro e qualitativamente peggiore (o al massimo identico).

Il Forum invita tutti i Comuni a non farsi abbindolare da questa ennesima deregulation a spese dei cittadini e li invita a raggiungere le centinaia di sindaci che sono già uniti nel “Coordinamento nazionale enti locali per l’acqua pubblica”.

E chiede al ministero la pubblicazione del proprio documento con pari dignità sul sito internet https://www.politichecomunitarie.it. Se operazione verità deve essere il punto di vista di chi propone l’abrogazione della “norma Ronchi” con un referendum crediamo sia imprescindibile.

Potete leggere il documento “Ministro Ronchi, l’accusatio è manifesta” su www.acquabenecomune.org.

Disponibili a qualsiasi chiarimento e confronto.

Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua


Luca Faenzi
ufficiostampa@acquabenecomune.org
+39 338 83 64 299
Skype: lucafaenzi
Via di S. Ambrogio n.4 – 00186 Roma
Tel./Fax. 06/68136225 Lun.-Ven. 10:00-19:00
www.acquabenecomune.org

CERTIFICATE GENTE, CERTIFICATE

Siamo alle due settimane conclusive della campagna, e i responsabili provinciali lanciano un appello a cominciare l’opera di certificazione delle firme autenticate, per non vanificare il lavoro svolto in qui. Ricordiamoci che gli uffici comunali sono presidiati da persone che hanno bisogno di tempo per reperire i numeri dei certificati elettorali, per cui non è il caso di far loro arrivare migliaia di richieste in un colpo solo. Bisogna quindi che tutti coloro cui sono stati affidati moduli, se non l’hanno già fatto, si attivino a partire da oggi per certificare i moduli autenticati e quindi riconsegnarli ai referenti in tempo utile per le spedizioni che settimanalmente, fino al 4 luglio, sono state predisposte all’uopo.

Da notare che il 9 Giugno sono state conteggiate all’incirca 1400 firme certificate su un totale di circa 15.000 raccolte. Si ribadisce quindi la necessità di attivarsi per completare le certificazione ed effettuare le relative spedizioni. Grazie


Un po’ di spazio in un quotidiano locale

Il settimanale diocesano “La Difesa del Popolo” del 30 maggio ha concesso un po’ di spazio alla campagna, con un bell’appello della Commissione Nuovi Stili di Vita e Beati i Costruttori di Pace, un articolo della redazione e un riquadro dove sono riportati i quesiti.

Trovate l’articolo anche sul sito del quotidiano e noi ve lo rendiamo scaricabile in formato PDF, tuttavia riteniamo doveroso citare un passaggio molto bello che chiude il secondo articolo, che dovrebbe essere la citazione da parte di un rappresentante delle ACLI non riportato:

«[…] ma raccogliere le firme significa chiamare alla responsabilità, alla mobilitazione, a una cittadinanza attiva capace di controllo dal basso su interessi collettivi ed essenziali, evitando che possano essere cancellati in nome della speculazione. E significa guardare il mondo con occhi di pace, perché tutti i popoli della terra, anche quel terzo che oggi non ha accesso all’acqua, abbiano giustizia sociale e diritti umani, sconfiggendo malattie, fame, conflitti, migrazioni»