Siamo stati al convegno tenutosi mercoledì 30 giugno 2010 a palazzo Moroni dalla CGIL dal titolo “La privatizzazione dei servizi pubblici locali e dell’acqua”

Ve ne daremo conto in modo dettagliato nei prossimi articoli, ma possiamo subito trasmettervi una certa delusione: era stata annunciata l’assenza del sindaco di Trieste Roberto Dipiazza, il quale ha fatto pervenire il messaggio che solo impegni istituzionali gli hanno impedito di intervenire ma che sperava in ulteriori occasioni di confronto. Atteggiamento simile e tuttavia meno giustificabile (essendo il convegno a palazzo Moroni) quello dell’amministrazione comunale di Padova perché, pur non essendo presente neanche il sindaco Flavio Zanonato, in sua vece comunque non si è presentato nessuno. Il moderatore sembra abbia cercato di inseguire il vicesindaco Ivo Rossi per i corridoi, senza esito, e lo stesso amministratore delegato di Acegas APS Cesare Pillon ha aperto l’intervento rammaricandosi “dell’assenza del maggiore azionista dell’azienda, unico titolato a rispondere sotto il profilo politico”.

La sfilata di relatori di tutte le parti coinvolte ha reso un quadro già di per sè allarmante, ma l’assenza degli amministratori pubblici ha lasciato ancora il campo vuoto sulla questione più importante, ovvero la fusione tra Acegas APS e Linea Group Holdin. Voci di corridoio lasciano pensare che l’operazione sia rallentata dall’unica questione che conta ai giorni nostri: i soldi.

P.S: Vorremmo comunque ricordare a Pillon, ma soprattutto sempre più a noi stessi, che trattandosi di beni pubblici l’azionista di riferimento dovremmo essere considerati noi cittadini.

Recommended Posts