Si è concluso il 29 aprile il 18° Congresso Nazionale dello SPI-CGIL. Dal sito nazionale del Sindacato Pensionati Italian leggiamo:

Un congresso ricco di dibattito, di contributi, di testimonianze. Rivolto al futuro del Paese, al ruolo del sindacato pensionati ma con un occhio attento ai valori e alla memoria; con la presenza (tra i congressisti o con messaggi in video) di alcuni grandi protagonisti della nostra Storia, da Giovanna Marturano a Tonino Guerra.

Il segretario generale della Cgil, Guglielmo Epifani, ha pronunciato l’intervento conclusivo: “Siamo una forza che guarda avanti”.

Una tappa che lo SPI sembra indicare chiaramente, e che accogliamo con la massima approvazione, è quella contenuta nel titolo 3 – Eguaglianza e Democazia, di cui vi forniamo un estratto:

“… Dobbiamo perciò lavorare per scalzare il liberismo dalla posizione egemone che ha conquistato negli ultimi decenni e costruire, intorno ad una diversa prospettiva, la più ampia alleanza politica e culturale. Ad esempio è importante ridare valore ai beni comuni, lottare per togliere “rilevanza economica” all’acqua, liberandola dall’ossessione del mercato, per affermare uguaglianza e democrazia, così come chiede la campagna referendaria promossa dal forum italiano dei movimenti per l’acqua.”

E’ con altrettanta soddisfazione constatare come lo SPI stia calando queste belle intenzioni nella pratica della campagna referendaria nella nostra provincia, contribuendo anche ad articolare la rete dei referenti sul territorio.

Recommended Posts