Facoltà dell’Acqua 2011, 29 e 30 aprile

Ciao a tutti,

ecco a voi in allegato il programma definitivo della Prima sessione della Facoltà dell’Acqua 2011 “Agire per l’Acqua Bene Comune” che si svolgerà il 29 e 30 aprile prossimi presso il Monastero del Bene Comune di Sezano a Verona.

Venerdì 29 aprile ore 18.30 – 22.30 (break buffet)
Dal “CAPITALISMO BLU” dei dominanti ai BENI COMUNI DEI CITTADINI
La tesi sull’acqua come “bene economico” e sulla sua scarsezza.
Contributo di Riccardo Petrella – presidente U.B.C. Facoltà dell’acqua
I quesiti referendari sui servizi pubblici locali: I 2Si all’acqua pubblica.
Contributo di Rosario Lembo – Referente nazionale Comitato Referendario 2SI

Proiezione del filmato: “Enel, l’acqua della Patagonia tutta d’un sorso”, regia Enzo Cappucci.
In preparazione all’incontro del 19 maggio con Mons. Infantis De La Mora, impegnato contro la privatizzazione in Cile.

Sabato 30 aprile
ore 9.30 – 12.30
Verso i referendum CONTRO LA PRIVATIZZAZIONE
Costruire il post capitalismo blu. La rivoluzione dell’acqua. Contributo di Riccardo Petrella presidente U.B.C. Facoltà dell’acqua
Quali scenari post consultazione referendaria. Contributo di Rosario Lembo – Referente nazionale Comitato Referendario 2SI
&gtpausa pranzo
&gtore 14.30 – 17.30
Laboratorio: Come comunicare i quesiti referendari a difesa dell’acqua bene comune. Contributo di Piero Scaramucci – Ex-direttore Radio Popolare
Laboratorio: Come promuovere la partecipazione ai referendum del 12-13 giugno. Incontro dei referenti locali del Comitato referendario 2Si, enti locali. Coordina Rosario Lembo – Referente nazionale Comitato Referendario 2SI

Contributo libero a sessione: 15 € (29-30 aprile)
Contributo a pasto 13 € (buffet 5 €)
Iscrizioni entro 28 aprile e info alloggio: monasterodelbenecomune@gmail.com / tel 347 2256997

Appello dalla campagna “Patagonia senza dighe”

CAMPAGNA ITALIANA PATAGONIA SENZA DIGHE

Si scrive acqua, si legge democrazia

Per la salvaguardia del territorio

Per i diritti delle comunità locali

Per la tutela del bene comune acqua

Siamo donne e uomini appartenenti a diverse realtà che hanno condiviso la necessità di avviare in Italia una campagna di sensibilizzazione e informazione con l’obiettivo di impedire la realizzazione del cosiddetto “Progetto HidroAysén” nella Patagonia cilena, ossia la costruzione di 5 dighe e di un elettrodotto di 2.300 chilometri, che portato a compimento minaccerà gravemente un ecosistema naturale di rilevanza mondiale.

Abbiamo raccolto l’invito alla mobilitazione rivoltoci dal Consiglio per la Difesa della Patagonia e dalla campagna cilena “Patagonia sin Represas” in particolar modo perchè Enel è la capofila delle imprese che intende realizzare questo nefasto progetto.

Siamo coscienti che solo una forte rete internazionale delle comunità, dei movimenti, delle associazioni e di tutta la società civile potrà permettere la salvaguardia di un territorio incontaminato, la difesa dei diritti delle comunità locali e la tutela del bene comune acqua.

La nostra azione sarà rivolta ad organizzare una mobilitazione diffusa finalizzata a fermare il progetto HidroAysèn, a sostenere i movimenti cileni che si battono per restituire ai cittadini i diritti all’uso dell’acqua sottratti durante la dittatura, a ottenere da parte dell’ENEL e delle sue controllate il pieno rispetto delle raccomandazioni della Commissione Mondiale sulle Dighe, a impegnare il governo italiano a vigilare sugli impatti ambientali e sociali dei progetti dell’ENEL e ad escludere i megaprogetti dalla classificazione di “energia rinnovabile” ed infine a richiamare i cittadini italiani azionisti di ENEL a vigilare sulla responsabilità sociale dell’impresa e chiedere di fermare il progetto HidroAysèn.

Vi chiediamo di partecipare e sostenere quella che è una battaglia di civiltà a partire dai seguenti appuntamenti:

  • 21 Settembre, ore 11.00 – Conferenza stampa di lancio “Campagna Italiana Patagonia senza dighe” (Sala del Consiglio Provinciale, Palazzo Valentini, Via IV novembre 119/a – Roma) (https://patagoniasenzadighe.org/?p=442)
  • 19 Ottobre – Cena a sostegno della campagna (Città dell’Utopia, Via Valeriano 3F, – Roma)

Da qui parte un percorso che condurrà diversi rappresentanti delle realtà promotrici a prendere parte ad una delegazione che dal 24 Ottobre al 06 Novembre si recherà nei luoghi dove si vorrebbe realizzare questo progetto e ad incontrare le comunità locali in resistenza.

I promotori:

Ass. Aktivamente, ASAL, A Sud, Campagna per la Riforma della Banca Mondiale,  CEVI, Comitato Italiano per il Contratto Mondiale sull’acqua, Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua, Ass. No.Di, Servizio Civile Internazionale, Centro di Documentazione sui Conflitti Ambientali.

Per maggiori informazioni: info@patagoniasenzadighe.org, Tel. 067826855

www.patagoniasenzadighe.org