Cari/e tutti/e,

come vi abbiamo informato nelle precedenti mail, da agosto AcegasApsAmga-HERA sta inviando agli autoriduttori un sollecito con l’invito a pagare gli importi autoridotti. Nel sollecito non mancano le solite frasi più o meno intimidatorie con lo scopo, evidente, di farci desistere dalla nostra battaglia.

Quello che dobbiamo fare è RISPONDERE CON L’INVIO DELLA NOSTRA LETTERA (vedi allegato) E NON PAGARE, CONTINUANDO L’AUTORIDUZIONE:

  1. prima di tutto controllate che il riepilogo in seconda pagina del sollecito corrisponda agli importi autoridotti, per vedere che non ci siano errori.
  2. poi inserite il numero (mettete il codice bolletta che trovate sopra il bollettino postale a destra), la data del sollecito, l’importo totale richiesto, codice cliente e conto contrattuale (li trovate in prima pagina del sollecito)
  3. infine: data, firma, nominativo e indirizzo
  4. dopo di che inviate la lettera al n. di fax 040 2424561o se, dopo vari tentativi, trovate il fax occupato o non funzionante, spedite la lettera alla mail pagamenti@acegas-aps.it

Tenete presente che tra noi autoriduttori ci sono utenti che hanno diritto a migliaia di euro di rimborso per fognatura e depurazione pagate ingiustamente; ora il gestore sollecita da loro un centinaio di euro di autoriduzione, che di solito si trattiene quando rimborsa il maltolto. Gli utenti che hanno diritto al rimborso e non l’hanno ancora ottenuto ce lo facciano sapere: interpelleremo il nostro avvocato per costringere AcegasApsAmga a rimborsare.

Il gestore, dopo l’invio della lettera, a volte telefona continuando a intimidire. NON PRENDETE PAURA MA SCRIVETE ad acquabenecomunepd@gmail.com le vostre impressioni sulla telefonata. Fra tutte le cose che il gestore vi dirà, non citerà certo il nostro ricorso al Consiglio di Stato riguardo al quale il collegio giudicante ha chiesto, proprio in questi giorni, una perizia da parte di tre esperti su quella parte della tariffa che è oggetto della nostra autoriduzione. La speranza di avere una magistratura indipendente è minima, ma questo può essere un segno positivo.

SABATO prossimo 24 OTTOBRE, al nostro banchetto di Prato della Valle, angolo C.so Umberto I, alle ore 12, organizziamo una conferenza stampa per comunicare ai giornalisti quello che sta succedendo e per avanzare la richiesta di un incontro con AcegasApsAmga e il Consiglio di Bacino Bacchiglione.

CHIEDIAMO LA PARTECIPAZIONE DI TUTTI/E PERCHÉ DOBBIAMO FAR SENTIRE LA NOSTRA VOCE E DIMOSTRARE CHE SIAMO UNITI E INTENZIONATI A CONTINUARE LA NOSTRA LOTTA.

Inviteremo anche tutti i comitati e le forze politiche interessate ad essere presenti, perché la lotta non riguarda solo la difesa del bene comune ACQUA, ma tutti i servizi pubblici locali come i trasporti (vedi le ultime vicende) e i rifiuti.

Padova, 18/10/2015

COMITATO PROVINCIALE 2 SI ACQUA BENE COMUNE DI PADOVA